Le Strade Della Mozzarella 2016

Dopo giorni intensi, finalmente riesco a organizzare le idee per raccontarvi la 9° edizione di LSDM a Paestum. Quest'anno il tema non era affatto semplice: contaminazioni...

L'evento si è aperto la sera del 17 Aprile al Museo Archeologico di Paestum con una cena premiere.
Chi avrebbe mai pensato a una cena dentro al museo archeologico? Io no di certo. Ero sbalordita da tanta bellezza che ci circondava. Cibo, vino e persone straordinarie. 
Ancora una volta la regia di Barbara Guerra e Albert Sapere hanno portato le meraviglie di Paestum agli occhi del mondo.
Nelle successive giornate del 18 e 19, al Savoy Beach Hotel, si sono susseguiti grandi chef italiani e internazionali, cimentandosi in preparazioni con mozzarella e latte di bufala.
Le interpretazioni di ogni chef con piatti di alta cucina pieni di tecniche e piatti della tradizione erano talmente tante che era impossibile gustarsi tutte le proposte. 

Fra degustazioni e showcoocking c'erano altre delizie italiane come la pasta, caffè, olio, vino, pane...   Non sto nemmeno a elencarvi tutti i piatti che ho assaggiato, altrimenti vi verserei addosso un post chilometrico, tipo dépliant.
Allora vi dico il mio chef preferito e il mio piatto preferito:
come chef, preferito ho  Antonia Klugmann. Lei ha comunicato con semplicità e con una sfilza di parole ben piazzate i suoi piatti, tanto è che al conduttore Luigi Cremona non è rimasto molto da dire.
Adoro quando i cuochi si esprimono bene, non solo col cibo, ma anche a parole. Inoltre ho un debole per chi coltiva-raccoglie-cucina.  La precisione con cui raccontava dei suoi campi di camomilla e il suo farm to table mentre ci preparava gli spaghetti pomodori e fragola era per me pura magia.

Tutti i piatti erano originali, ma io che amo soprattutto la semplicità ho avuto come piatto preferito il timballo di Vito Mollica del ristorante Il Palagio del Four Season. 
Una portata per nulla semplice, con tutti i sapori della tradizione di un buon ragù di carne, in una pasta ripiena con ricotta anche se elaborata, la sensazione immediata era "sto mangiando un ottimo piatto di pasta".
Perchè abbiate una idea più precisa dell'evento ecco qua un video girato da me in quelle giornate:

Per chi vuole rinfrescarsi la memoria con i miei racconti dell'anno scorso c'è questo post e anche il mio articolo sul giornale Nuovitalia.

Mary Valeriano

Nessun commento:

Posta un commento

Tu cosa ne pensi?