la bontà del pane raffermo














Molte buone cose possono essere fatte col pane raffermo, che apparentemente non ha più utilità.
Una cosa buona e semplice è tagliare il pane in cubetti, cercando di farle della stessa grandezza ,altrimenti qualcuno si cuoce prima degli altri, portarlo al forno (90 C°) in una teglia imburrata con a zucchero (a gusto) e aggiungendo ancora un pò di burro sopra (a gusto). 
Quanto i cubetti sono imbruniti, tritare col mixer e si ottiene una ottima farina caramelizata da sevire come base al altri dolci, tipo pana cotta o altri.
Io ho aggiunto un pò di cannella. 


Proseguendo nel mio intento dare una nuova vita al pane raffermo, ho fatto come le "rabanadas" brasiliane. Ho preso due fette di pane, bagnato nel latte zuccherato.
Passate in un uovo sbattuto e fritte in olio di semi. CErtamente c'è qualcosa di simile anche nei piatti poveri della cucina italiana.


Per dare un tocco di diversità a questa sorta di "rabanadas" rivisitate, ho tagliato a fettine mezza mela tagliata  e passato in padella con con zucchero e qualche gocce di limone, tanto per accentuare l'acidità della mela e bilanciare il dolce.

Per finalizzare ho sparso sul piatto un pochino della farina di pane caramelizata alla cannella.
Fra le due fette di pane ho messo le fettine mele caramelizzate, poi tanto per aggiungerci altra golosità, ho aggiunto uvetta e caramel sopra.

Mary Valeriano

Nessun commento:

Posta un commento

Tu cosa ne pensi?