LE STREGHE

DSCN0437Non so bene il motivo per cui si chiamino “Streghe”: a me piacciono un casino e questo mi basta!!!
Fattostà che mia nonna, quando ero piccolino, le faceva spesso e seguiva questa ricetta, anche se lei spesso faceva tutto a occhio!!
L’ho ritrovata frugando in un vecchio baule alla ricerca di un quaderno dei miei nonni e così ho provato a rifarle cercando quei sapori di una volta:
Farina 00 gr. 500
acqua tiepida gr. 250
lievito di birra gr. 15
strutto gr. 60
sale fino gr. 10
Partiamo impastando bene tutti gli ingredienti. Se facciamo a mano ci vogliono almeno 7-8 minuti. Poi lasciamo in un recipiente coperto a riposare per 1 ora e 20 – 1 ora e 30.
Adesso sgonfiamo l’impasto e lo “mattarelliamo” non troppo sottile, perchè a questo punto dobbiamo piegarlo in due su se stesso (cioè facciamo una piega!).
Ora possiamo “mattarellarlo” sottile fino anche a 1 mm di spessore: verrà più croccante.
Mettiamo la sfoglia nelle teglie e la tagliamo con un ruotino dentato formando dei rombi. Spennelliamo con olio Extra di Oliva, cospargiamo di sale medio-grosso, e inforniamo a 200°c per 10 minuti circa.
Con la quantità che ho dato, si fanno bene 4-5 teglie quindi è meglio spezzare l’impasto in 4 parti e lavorare in tempi diversi tenendo nel frigo gli impasti da fare successivamente. Questo per non farli passare di lievitazione.
Bon appétit!!

Mary Valeriano

Nessun commento:

Posta un commento

Tu cosa ne pensi?