LA PIADINA AL ROSMARINO

DSCN0440
ci sono tantissimi tipi di Piadina e tanti nomi: dalle mie parti si chiama piadina, da altre schiacciata, schiaccina, ciaccia, piada, crescente, focaccia, ecc. ecc.
Alcune sono croccanti, altre morbide, altre molto salate, alte, basse, tonde, quadrate, con lo strutto o senza, con la salvia, con il rosmarino, con la mortadella, con la pancetta, ecc. ecc.
A me piace così:
Farina 00 gr 500
Acqua tiepida gr 200
Strutto gr 50
Lievito Birra gr 15
Olio E.V.O. gr 70
Sale gr 10
Olio E.V.O. Rosmarino fresco e Sale medio (per condire)
Impasto tutti gli ingredienti fino ad amalgamarli bene e lascio riposare per 1 ora coprendo con la pellicola trasparente.
Stendere ad uno spessore di 1,5 cm, mettere in una teglia ricoperta di carta da forno. Schiacciare l’impasto con le dita per formare delle piccole fossette. Ora irroro con olio Evo, cospargo di sale medio e di rosmarino (moooolto rosmarino, mi raccomando!!!).
Adesso inforno a 200°c per 25-30 minuti o fino a quando diventa bella croccante e dorata.
Secondo me, sono da gustare appena uscite dal forno. Comunque si mantengono molto bene anche per il giorno successivo.

Mary Valeriano

Nessun commento:

Posta un commento

Tu cosa ne pensi?