LA MACINATURA A PIETRA

Nei tempi molto primitivi non esistevano attrezzi molitori, perchè gli uomini avevano mandibole molto forti e sviluppate in grado di rompere anche il guscio delle noci.

Successivamente con l'aumentare dell'intelligenza si è pensato di utilizzare alcuni strumenti.

Quelli più antichi erano semplicemente due pietre: una usata come base e una usata come martello.

Poi furono "costruiti" i primi mulini a mano, consistenti in un "piatto" di pietra su cui venivano messi i cereali. Che poi venivano frantumati con un'altra pietra dura piatta o rotondeggiante.

Si suppone che casualmente fossero stati praticati alcuni fori sulla pietra superiore. Fù proprio notando che il grano, entrando da questi buchi superiori, veniva ugualmente macinato, che venne realizzata la prima macina a pietre sovrapposte (vedi foto).


Con il passare dei secoli, aumentarono in grandezza le macine e se ne possono distinguere di tre tipi: manuali, ad animale, ad acqua. Oltre a questi esistevano anche mulini a vento, esistenti quasi esclusivamente in Olanda.

Ma la cosa più importante del mulino rimane la macina di pietra: infatti vengono costruite con pietre aventi caratteristiche specifiche di durezza, porosità ed omogeneità.

Anche le scanalature sono molto importanti per la macinatura e servono per non riscaldare troppo il frumento durante la lavorazione.

Con l'arrivo della macchina a vapore, si utilizzarono sempre più i mulini a cilindri.

Ma la macinatura a pietra è molto meglio.

Prima di tutto i cilindri attuali girano a 300-350 giri al minuto contro gli 80-100 del mulino a pietra. Questa maggiore velocità crea un riscaldamento della farina con conseguente perdita di elementi nutrizionali.

Inoltre i cilindri schiacciano il grano (o altro cereale) allargando lo strato esterno dal germe interno. Alla successiva setacciatura solo le parti interne essendo più fini, passano nei microfori del tessuto.

Come conseguenza, nella farina macinata con cilindri non sono presenti tutte le componenti nutrizionali del cereale ma solo una parte. Mentre con la macinatura a pietra la farina contiene tutti gli elementi minerali, vitamine e aminoacidi propri del cereale.

Negli ultimi anni molti mulini sono ritornati, con una parte della produzione, alla macinatura a pietra.

Mary Valeriano

Nessun commento:

Posta un commento

Tu cosa ne pensi?