KAMUT, "ka'moet" ovvero "anima della terra"



Il Kamut è un antenato del grano duro moderno, come il farro lo è del grano tenero.
Le sue più antiche tracce in agricoltura (8000 a.c.) furono ritrovate nella regione della Mezzaluna Fertile, fra l’Egitto e la Mesopotamia.
Il grano Kamut produce raccolti di alta qualità senza fertilizzanti artificiali e senza pesticidi. Proprio per questo motivo è prodotto esclusivamente tramite coltivazione biologica.
Perché utilizzare il Kamut in sostituzione del grano tradizionale?!?!
La caratteristica più importante del grano Kamut è il suo tasso proteico superiore di quasi il 40% rispetto alla media dei frumenti. Il suo valore energetico è superiore a quello degli altri grani data la sua alta percentuale di lipidi.
Inoltre è più ricco di magnesio, zinco, selenio, vitamina E (+30% circa) e aminoacidi (+65% circa): tutte caratteristiche che combinate inibiscono la formazione di radicali liberi, corresponsabili di malattie.
Numerose ricerche hanno confermato che “per la maggior parte delle persone ipersensibili al frumento, il grano Kamut rappresenta un ottimo sostituto”. Tuttavia non è adatto ai celiaci, perché anch’esso contiene comunque glutine.
Nell’Accademia del Tartufo, combinando le caratteristiche del Kamut con il nostro “lievito naturale” ed una lievitazione di minimo 24-26 ore, abbiamo cominciato a proporre alla nostra clientela il “pane di Kamut” e la “pizza al Kamut”, ottenendo buoni consensi.
Inoltre, visto il continuo aumento delle persone ipersensibili al frumento, stiamo lavorando su una linea di pasta fresca.

Tutti questi prodotti vengono lavorati utilizzando esclusivamente farina di Kamut macinata a pietra con molino ad acqua da Agricoltura Biologica. Abbiamo scelto questo tipo di farina perché la macinatura a pietra conferisce una consistenza diversa e particolare al prodotto finale, dovuta essenzialmente alla capacità minore di assorbire acqua ed alla diversa granulometria.

Mary Valeriano

Nessun commento:

Posta un commento

Tu cosa ne pensi?